LINEE PRINCIPESCHE SICILIANE MODERNE

MONCADA, linee principesche siciliane moderne: Principi di Paternò e Principi di Monforte

  Gian Tommaso Moncada († testamento: 1-VI-1501), 4° Conte di Adernò e 4° Conte di Sclafani, Barone delle onze 164 annuali sopra i caricatori del regno, Barone di Grano Uno sopra le salme e Signore di Paternò (ne prende possesso il 9-VII-1466, investito il 17-VII-1479 con Caltanissetta, che aveva ricevuto in eredità grazie alla convenzione di famiglia del 1467); Gentiluomo di Camera del Re d’Aragona nel 1462, Governatore di Catania nel 1463, Maestro Giustiziere del Regno di Sicilia nel 1479, Governatore della Sicilia in assenza del Vicerè il 23-XII-1475, il 9-IV-1478, nel 1479 e 10-XII-1494/4-1495, Governatore Generale delle armi in Agosta dal 1485. Sposa Ramondetta Ventimiglia, figlia di Antonio 2° Marchese di Geraci e di Margherita di Chiaramonte dei Conti di Copertino (v.)

A1. Guglielmo († Adernò, poco dopo il testamento del 14-X-1510), 5° Conte di Adernò e 5° Conte di Sclafani, Conte di Caltanissetta, Barone di Grano Uno sopra le salme, Barone delle 164 onze annuali sopra i caricatori del Regno e Signore di Paternò (investito il 24-IX-1501), Governatore Generale delle armi del Regno di Sicilia nel 1492, Maestro Giustiziere del Regno con cedola datata: Toledo 16-VII-1502 (rinnovato nel 1505).
= Contessa Moncada, figlia ed erede di Antonio Conte di Caltanissetta (v.)

B1. Elisabetta o Isabella (* 1481 † Pollina 1553, sepolta nella chiesa di San Francesco ad Aiello; testamento per notaio Matteo de Castro 11-IX-1549)
= (capitoli matrimoniali per notaio Simone Cavallaro, 20-VII-1502, con dote di 20.000 fiorini) Simone Ventimiglia 5° Marchese di Geraci (v.)
B2. Diana
= Giovan Vincenzo de Luna 5° Conte di Caltabellotta, 1° Conte di Sclafani e 4° Barone di Bivona
B3. Emilia († post 14-IX-1510)
= Giovanni Branciforte 2° Conte di Mazzarino (v.)

 

I fratelli Antonio (B4) e Federico (B7), figli di Guglielmo (A1) iniziano le linee dei principi di  Paternò e dei principi di Monforte.